XIX Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

FLASH MOB IN CITTÀ IL 15 FEBBRAIO PER FAR SENTIRE I BAMBINI AMMALATI MENO SOLI

Si è celebrata il 15 febbraio 2020 la XIX Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile (International Childhood Cancer Day – ICCD), data scelta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per affrontare le problematiche dei bambini e degli adolescenti con tumore, della popolazione dei lungo sopravviventi e delle loro famiglie.

In tutto il mondo, le associazioni di familiari di bambini e adolescenti colpiti dal cancro, unite nel network globale Childhood Cancer International (CCI), hanno dato vita ad iniziative scientifiche e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di sostegno e vicinanza ai bambini e agli adolescenti e alle loro famiglie.

Sul piano nazionale la Giornata vuole essere l’occasione per riaffermare ogni anno l’impegno dei genitori italiani riuniti nella FIAGOP – Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica, socio fondatore di CCI, nella lotta contro i tumori infantili, nello sviluppo della cultura della prevenzione, nella tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti colpiti da questa malattia e della popolazione dei guariti.

Fanno parte di FIAGOP 31 associazioni di genitori, tra cui anche la nostra, con sede in prossimità dei principali ospedali. Queste sostengono e agevolano il vissuto dell’intero nucleo famigliare perché nessuno si senta solo nel percorso di malattia, offrono ospitalità gratuita, assistenza psicologica, supportano gli ospedali di riferimento. Le loro braccia sono le migliaia di volontarie e volontari operativi presso i reparti e nelle case dedicate ad ospitare le famiglie che abitano lontano dai centri di cura.

Sul piano nazionale, la Giornata Mondiale prevedeva due iniziative. Sul fronte medico-scientifico FIAGOP ha affrontato un gruppo di nemici che fa ancora molta paura, quello dei tumori solidi, nell’ambito del convegno “Tumori solidi pediatrici: stato attuale e prospettive”, promosso in collaborazione con AIEOP – Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica, organizzato da OPEN Onlus presso l’ospedale Ruggi d’Aragona a Salerno. Una speciale sessione ha ospitato, inoltre, nel pomeriggio il secondo incontro nazionale dei guariti da tumore pediatrico (un cittadino su 1300, circa 50mila oggi in Italia, 29 anni l’età media). Si tratta di una popolazione sulla quale è necessario porre uno sguardo più attento. Si è parlato dell’importanza del follow-up a medio e lungo termine – le cui raccomandazioni sono contenute nel Passaporto del guarito.

Sul fronte della sensibilizzazione pubblica, FIAGOP ha proposto la seconda edizione dell’iniziativa green “DIAMO RADICI ALLA SPERANZA, PIANTIAMO UN MELOGRANO” che ha avuto luogo in molte città nelle giornate di venerdì 14 e sabato 15 febbraio.

Sul territorio, la nostra associazione ha previsto due eventi:
– venerdì 14.02.20 alle ore 11.00 il lancio di palloncini bio presso la Scuola Primaria Paritaria Parrocchiale “Noemi Nigris” di Fagagna;
– sabato 15.02.20, sempre alle ore 11.00, in piazza San Giacomo a Udine il flash mob, già presentato a novembre 2019 in occasione dei festeggiamenti per i vent’anni di attività dell’associazione, organizzato questa volta in collaborazione con i ragazzi e gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo 3 di Udine.

Adulti, bambini e ragazzi hanno riempito la piazza e ballato sulle note de “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti stringendosi virtualmente attorno ai bambini e ragazzi colpiti dalla malattia.

L’intervista radiofonica al presidente Andrea Balloch alla rubrica Cence Fastidis in onda su Radio Onde Furlane

Ascolta “Cence fastidis 12.02.2020 Luca Onlus” su Spreaker.